‘NDRANGHETA: OPERAZIONE CONTRO COSCA CORDI’, 25 ARRESTI

Un presunto giro di affari per milioni di euro attraverso prestiti con tassi usurari è stato scoperto nel corso delle indagini che hanno portato all’operazione di polizia e carabinieri che hanno arrestato 25 esponenti della cosca dei Cordì di Locri. Le persone arrestate sono accusate a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, estorsioni e minacce.

I carabinieri hanno avviato le indagini nell’anno scorso dopo una serie di segnalazioni su alcune intimidazioni. Dalle indagini è emerso poi un ingente giro di prestiti ad usura gestito secondo l’accusa da esponenti della cosca dei Cordì. Polizia e carabinieri stamani hanno sequestrato anche beni, tra cui un’impresa edile, un negozio di telefonia ed una società immobiliare, ritenuti provento dell’attività usuraria. Le indagini degli investigatori sono state coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

IN CASA INDAGATO COLLEZIONE OROLOGI ORO
Una collezione di quaranta orologi d’oro Rolex sono stati trovati dai carabinieri nell’abitazione di uno degli arrestati nel corso dell’operazione contro la cosca dei Cordì di Locri. Nell’abitazione, inoltre, sono stati trovati anche numerosi assegni che, secondo gli investigatori, sono il provento dei prestiti con tassi usurai.

Le indagini sul giro di usura sono iniziate dopo la denuncia di un imprenditore della locride che non riusciva più a restituire la somma presa in prestito ed i relativi interessi maturati nel tempo. Durante le indagini i carabinieri hanno scoperto che quando le vittime non riuscivano a pagare gli interessi gli usurai si appropriavano inizialmente dell’automobile e successivamente degli altri beni. E proprio grazie a queste modalità che le persone arrestate nell’operazione erano tutte in possesso di numerose automobili di grossa cilindrata.

INFILTRAZIONI COSCA IN APPALTI PUBBLICI
Una serie di infiltrazioni della cosca Cordi’ di Locri nell’aggiudicazione di appalti pubblici banditi da enti locali quali il Comune o l’ex Asl 9 di Locri sono stati accertati dagli investigatori della polizia che, insieme ai carabinieri, hanno eseguito 25 ordinanze di custodia cautelare. Le infiltrazioni, secondo quanto si è appreso, avvenivano sia mediante il taglieggiamento della ditta aggiudicataria, sia attraverso l’aggiudicazione diretta o in sub-appalto dei lavori commissionati a ditte direttamente riconducibili agli appartenenti alla cosca.

Da questo punto di vista, gli investigatori ritengono di particolare rilevanza i riscontri acquisiti alle dichiarazioni del collaboratore Domenico Novella. Dalle indagini di carabinieri e polizia è anche emerso che i vertici della cosca, sia quelli che sono considerati i capi storici, Antonio e Vincenzo Cordì, che i loro figli, hanno continuato a fare parte integrante della stessa, in posizione apicale e con funzioni decisionali, durante il periodo di carcerazione e nonostante la sottoposizione anche al regime carcerario previsto dall’41 bis, riuscendo comunque, tramite colloqui e scambi di lettere, a mandare messaggi all’esterno, a beneficio dei soggetti rimasti sul territorio.

CONTRIBUTO DA PENTITI OMICIDIO FORTUGNO
All’inchiesta che ha portato all’operazione, denominata Sharks, contro i presunti appartenenti alla cosca Cordì di Locri, hanno contribuito anche Domenico Novella e Bruno Piccolo, i due collaboratori di giustizia che fornirono informazioni già nell’inchiesta sull’omicidio del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria, Franco Fortugno, ucciso in un agguato a Locri il 16 ottobre 2005.

Annunci

0 Responses to “‘NDRANGHETA: OPERAZIONE CONTRO COSCA CORDI’, 25 ARRESTI”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: